Come e quando utilizzare gli #Hashtag

Come e quando utilizzare gli #Hashtag

In molti non sono a conoscenza di cosa sia un hashtag , soprattutto come e quando deve essere usato. L’hashtag, in realtà non è altro che il cancelletto (per i profani).

Diventato popolare grazie a twitter, mentre nel 2013 arriva anche su facebook, attualmente usato su tutte le piattaforme web.

In molti di voi si chiedono , ma a  cosa serve un hashtag?

Attraverso l’aggiunta di un semplice simbolo davanti ad una o più parole chiave possiamo catalogare il nostro messaggio ad un indirizzo specifico. Successivamente la ricerca di quel hashtag restituirà tutti i messaggi che sono stati etichettati con esso.

Gli hashtag vengono utilizzati maggiormente per tracciare o incrementare la popolarità dei nostri contenuti. Non esistono delle regole precise, ma solo dei piccoli accorgimenti che vivamente consiglio:

1) Non scrivete tutte le parole che vi vengono in mente (#questaserahomangiatolapizzaconblablabla) e create un hashtag che usate solo voi per la prima volta nella storia, perché non vi porterà né utilità né tantomeno vi rende fighi, anzi.

 

2) L’hastag non deve essere utilizzato perché di moda ma deve essere inserito in un contesto. Non si può inserire un hastag che, ha sicuramente un significato per il compositore, ma per gli altri, non ha nessun significato specifico oltre al significato vero e proprio che troviamo sul vocabolario.

Esempio: se postiamo una foto “selfie” è utilizziamo tipo l’hashtag del tormentone attuale  #tuttomoltointeressante, non avrà nessun senso, perché non ci sarà nessun collegamento trà il significato, la foto o tantomeno Rovazzi.

 

3) Un’altra regola molto importante è “non farsi prendere dalla mano” utilizzate dai tre ai cinque hashtag così risulterete sicuramente  più chiari e precisi!

 

V.O.

About Vincenzoorga

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *